Archivio di dicembre 2017

A Salerno la 4° edizione del Congresso Internazionale sull’Autismo

Il 24, 25 e 26 novembre 2017, la Cooperativa Sociale “Giovamente” con sede legale a Salerno, ha organizzato la 4° edizione del Congresso Internazionale sull’Autismo.

I relatori invitati, provenienti da ogni parte del mondo, si sono confrontati, condividendo le reciproche esperienze lavorative e professionali su determinati aspetti e criticità relativi allo spettro.

Si è parlato di “autismi” e non più genericamente di autismo; si è affrontato l’aspetto neurologico dello spettro nell’età adulta, osservandolo da una prospettiva diversa facendo emergere criticità mai affrontate prima. Si è dato maggior risalto alla Carta dei Servizi, alle linee Guida e al Protocollo approvati dalla Sanità Mondiale; interessanti sono stati gli interventi che hanno sottolineato l’importanza del “Parent Training” – uno in particolare ha catturato la mia attenzione, quello della dott.ssa Lalli Howell (psicologa esperta in autismo e direttrice del Cedar Centre di Brighton – Gran Bretagna) che coordina un progetto di supporto psicologico dedicato alle famiglie dal momento in cui gli viene diagnosticata la diagnosi di autismo del proprio figlio e durante tutto il lungo e doloroso percorso di accettazione. Si è affrontato il tema dell’inclusione Sociale e Scolastica non di facile attuazione; molto interessante è stato l’intervento di Mike Miklos (Analista Comportamentale BCBA) assistente tecnico e coordinatore, in Pennsylvania (U.S.A.), di un progetto pensato e strutturato per facilitare l’inserimento e l’apprendimento scolastico di studenti con lo spettro autistico. Nella stessa sezione plenaria (7 in totale suddivise in 3 giorni), la figura professionale del BCBA (Analista Comportamentale Certificato) è stata predominante e, per quanto mi riguarda, una inaspettata ed importante scoperta da approfondire.

Due in particolare sono stati gli interventi che mi hanno colpito: Quello della dott.ssa Denise Smith – psicologa BCBA (di origini Californiane ma Toscana di adozione in quanto risiede in Italia da circa 30 anni) che con grande professionalità, e con un pizzico di ironia che contraddistingue ogni suo intervento, ha sfatato le false teorie che ancora si fanno sul metodo riabilitativo ABA;

L’altro intervento è stato quello del dottor Daniele Rizzi (italianissimo con origini abruzzesi) – psicologo BCBA esperto in autismo, che ha sottolineato l’importanza di una attenta osservazione dei “Comportamenti Problema” e delle competenze di ogni singolo soggetto, tenendo conto dei vari livelli di gravità, per scegliere obiettivi mirati e funzionali, potenziando le capacità cognitive e le autonomie dando ad ognuno gli strumenti per poter vivere autonomamente nonostante i limiti dello spettro.

Ma l’intervento che più di tutti ha fatto “breccia” nel mio cuore e per il quale ho deciso di partecipare al Congresso, è stato quello dedicato ai “Siblings” (fratelli e sorelle di persone disabili); per troppo tempo questa tematica familiare è stata trascurata e/o sottovalutata. Argomento spinoso e molto doloroso ma necessario da affrontare, in quanto i fratelli rappresentano una risorsa positiva e sono la figura parentale che ci accompagna per tutta la vita! Purtroppo spesso sono trascurati in quanto i genitori vengono presi in “ostaggio” dal figlio disabile più bisognoso di cure. L’Educatrice professionale Erica Molineris, invitata come relatrice in rappresentanza dell’Associazione “Fiori sulla Luna” Onlus di Cuneo, ci ha parlato di un progetto dedicato ai fratelli sani, dove questi ultimi possono confrontarsi e sostenersi a vicenda, sentirsi finalmente capiti e non più messi in disparte, contribuendo a migliorare la qualità di vita degli stessi e di conseguenza, anche dell’intero nucleo familiare.

Ringrazio la Cooperativa “Giovamente” per la sensibilità e l’intuizione di aver inserito l’argomento nel programma del Congresso, con la speranza di dargli sempre maggior risalto e spazio, nelle prossime edizioni.

Rosa Capezza è mamma di una ragazza autistica di 25 anni, ha seguito il Congresso in rappresentanza dell’Associazione “Oltre lo Sguardo” Onlus di Roma, della quale è socia e collaboratrice volontaria dello staff organizzativo.

Cerca